»  Il bambino di fumo

Il bambino di fumo

Il bambino di fumo canta sulla città
per chiamare i cavalli che corrono oltre i tetti
ma lassù
stringe solo criniere di nebbia
ma lassù
solo smog
solo smog…

Il bambino di fumo canta sulla città
come un gabbiano sperduto tra il cemento
ma lassù
non arriva l’odore del mare
ma lassù
solo smog
solo smog…

La città avvelena i suoi bianchi cavalli
la città li imprigiona dentro neri cristalli
con i flash, le réclames
ogni sera esploderà…

Il bambino di fumo piange sulla città
con gli occhi azzurri bruciati dal dolore
ma lassù
anche il pianto diventa carbone
ma lassù
solo smog
solo smog
solo smog…

Ragazzo di fumo,
lo smog, smog… smog…
Ma p’cché, ragazz’ di fum’,
smog, smog e fumo…
fumo…
smog, smog…
ragazzo di fumo…

Copyright Pressing Line srl © 2013 Su